stats

Caffè Verde

Il caffè verde non è altro che il classico chicco di caffè non torrefatto ma essiccato e pertanto mantiene il suo colore verde. In questo modo, ovvero evitando il processo di torrefazione, rimangono anche inalterate tutte le sue molteplici proprietà. I chicchi di caffè crudi sono ricchi di una sostanza, detta acido clorogenico, molto valida per quel che riguarda la lotta ai chili in eccesso.

Oltre che per il dimagrimento il caffè verde contribuisce a mantenere bassi gli zuccheri nel sangue, ed è quindi indicato per tutti i diabetici, e aiuta anche  a migliorare le capacità cognitive negli anziani. Inoltre, l'acido clorogenico, contenuto nei chicchi non tostati, è un potente antiossidante e quindi è utile per rallentare l'invecchiamento.

Caffe Verde funziona?

Diversi studi hanno evidenziato come il caffè verde sia un ottimo alleato per le persone in sovrappeso. Uno studio molto significativo sul caffè verde venne fatto qualche anno fa in Francia su un campione di 30 persone obese di età compresa tra i 25 ed i 50 anni, per 12 settimane. Le persone venivano suddivise in due gruppi: il primo gruppo consumava giornalmente diverse tazzine di caffè solubile e l'altro gruppo invece consumava caffè solubile arricchito con 200 mg di estratto di caffè verde. Nessuna persona ha modificato in queste settimane la propria dieta o le proprie abitudini. I risultati di questo studio sono stati sorprendenti: infatti il primo gruppo di persone ha perso nelle 12 settimane 1,7 Kg e lo 0,7% di massa grassa contro i 5,4 Kg di peso e il 3,6% di massa grassa del secondo gruppo.

Altri studi svolti in America hanno evidenziato una significativa perdita di peso in tutte le persone che hanno assunto l'estratto di caffè verde per almeno 3 mesi. Tuttavia questi studi sono stati gestiti da aziende produttrici di caffè verde e pertanto i risultati andrebbero presi con le pinze.

Caffe Verde Proprietà

L'estratto di caffè verde ha diverse proprietà che non sono solo quelle dimagranti, ma pare che sia in grado di intervenire positivamente sul metabolismo degli zuccheri. L'acido clorogenico, contenuto nel caffè verde, aiuta a limitare l'assorbimento degli zuccheri. Questo risultato può essere considerato davvero interessante da tutti i diabetici e da chi ha delle patologie di tipo cardiaco.

Alcune ricerche hanno dimostrato come il caffè verde, se assunto in dosi comprese tra i 300 ed i 700 mg, possa essere un valido aiuto per tutti gli ipertesi.

Caffè Verde Controindicazioni

L'estratto di caffè verde, essendo naturale al 100%, ha pochissime controindicazioni ed in genere è ben tollerato da tutti coloro che l'assumono. Tuttavia, nel corso di alcune studi effettuati qualche anno fa, alcuni partecipanti hanno dovuto abbandonare la ricerca a causa di forti cefalee e di frequenti infezioni al tratto urinario. Vi è da dire,però, che questo studio è stato svolto su un campione ristretto di persone e pertanto questi effetti collaterali potrebbero essere stati solamente frutto di una coincidenza.

Il caffè verde, come è già stato detto in precedenza, contiene caffeina e pertanto bisogna prestare la massima attenzione alle quantità che vengono consumate. L'eccesso di caffeina può infatti portare accelerazione del battito cardiaco, nervosismo ed ansia. Inoltre l'estratto di caffè verde è da evitare se si ha in corso una gravidanza o se si sta allattando.

CAFFE' VERDE CAPSULE

Gli integratori a base di caffeina possono reagire quando utilizzati insieme ad altri integratori quali stimolanti, fluidificanti del sangue e medicinali. Ad esempio, assumere integratori con funzioni stimolanti insieme al caffè verde può innescare un effetto sinergico tale da produrre un aumento della pressione sanguigna a livelli pericolosi.
Un consumo elevato di caffeina può anche determinare un calo di magnesio e calcio.
Inoltre si tenga presente che molti farmaci interagiscono con la caffeina, ad esempio quelli per la cura del diabete, per il controllo della pressione del sangue e quelli per il trattamento degli stati depressivi.
Per evitare rischi, è sempre opportuno informare il medico quando si stanno assumendo eventuali integratori, anche se sono naturali. In questo modo, possono essere controllati eventuali potenziali effetti collaterali o interazioni tra i farmaci.

Pertanto, prima di usare un integratore di caffè verde parlare con il medico specialmente se si assume regolarmente qualche medicinale o si ha qualche condizione medica.
Non assumere caffè verde insieme a stimolanti a base di erbe o altri integratori con caffeina.
A seconda della concentrazione di acido clorogenico nell’integratore, il dosaggio di estratto di caffè verde può variare da 240 a 300 mg al giorno. In ogni caso per le modalità d’uso attenersi sempre alle istruzioni riportate sulla confezione.
Poichè solo l’azienda produttrice può attestare l’impiego di adeguati standard qualitativi, nella scelta del prodotto assicurarsi sempre della buona reputazione del produttore.

Caffè Verde per perdere peso

Come vi abbiamo già detto il caffè verde può essere un valido aiuto nella lotta ai chili di troppo, sopratutto per quel che riguarda i rotolini di grasso ostinati. Pertanto, per quel che riguarda questo suo effetto benefico, possiamo distinguere diverse tipologie di prodotto:

Caffè verde crudo

I chicchi verdi puri racchiudono tutti i principi nutritivi in grado di sostenere il dimagrimento e la salute del corpo. Per utilizzare i chicchi verdi è necessario prima ridurli in polvere con un mortaio o con un macinino da caffè, tenendo presente che la loro durezza è superiore a quella dei tostati quindi richiederanno maggiore impegno. Una volta ottenuta la polvere è sufficiente metterne un cucchiaino in una tazza di acqua bollente per una decina di minuti. Si consideri comunque che più a lungo i chicchi resteranno in infusione e maggiore sarà la concentrazione del preparato. Dopo averla filtrata con un colino potete bere l’infusione tal quale senza aggiungere zuccheri ma, se proprio non resistete, potete aggiungere piccole dosi di dolcificanti naturali. A secondo della marca è consigliato non superare le tre tazze al giorno, in ogni caso è obbligatorio leggere le istruzioni sul consumo rilasciate dal produttore.

Caffè verde solubile in polvere o bustina

Potete trovare le confezioni di questo tipo al supermercato, in farmacia ed erboristeria. La preparazione è molto semplice: versare la quantità di polvere indicata nelle istruzioni o la bustina in acqua calda massimo 80°C (temperature superiori farebbero evaporare molti nutrienti attivi). Attendere 10 minuti, filtrare e consumare.

Caffè verde in capsule

Le capsule offrono diversi benefici: praticità d’uso, miglior controllo delle dosi, concentrazione costante.

TORNA SU

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi