Dimagrire con gli integratori

garcinia cambogia

Chi si trova a combattere con i chili di troppo sa bene come una delle fasi più difficili del dimagrimento sia quella della perdita della massa grassa. Eliminati i primi kg di soli liquidi, infatti, a meno di non averne davvero tanti da smaltire, si va spesso incontro ad una fase di stallo dalla quale è difficile uscire. Solitamente questo è il momento in cui la maggior parte delle persone decide di abbinare alla dieta rimedi di ogni tipo. Tra questi, uno che non tutti conoscono ma che sembra dare ottimi risultati è la Garcinia Cambogia.

Di cosa si tratta

La Garcinia Cambogia è una droga vegetale che si ricava dalla buccia della Garcinia, un frutto che tra i suoi effetti ha proprio quello di aiutare ad eliminare gli eccessi di adipe. Questa capacità è dovuta alla presenza di acido idrossicitrico, un principio attivo che agisce sul metabolismo lipidico, accelerandolo e andando a stimolare proprio la perdita di grasso.

Sebbene la Garcinia Cambogia sia stata praticamente sconosciuta per anni, dal 2012 ha accumulato sempre più fama grazie al programma del famoso dottor Oz che l’ha presentata come un passo avanti nella lotta ai chili di troppo. La sua diffusione ha iniziato così a farsi sempre più capillare fino ad arrivare anche da noi dove, ovviamente, si trova prevalentemente sotto forma di capsule, essendo una pianta che normalmente nasce in paesi come la Cambogia, l’India, le Filippine ed il Vietnam.

Come funziona

Perché funzioni, la Garcinia Cambogia va assunta circa 30 minuti prima dei pasti. La sua assunzione che solitamente è di due pillole, deve avvenire all’interno di una dieta ipocalorica e possibilmente coadiuvata da una corretta attività fisica. Oltre a facilitare la perdita di grasso, la Garcinia ha un effetto anoressizzante, riducendo il senso di fame e donando più energia, il tutto con effetti positivi anche sull’umore. Questi ultimi due aspetti, oltre a quello che ha sul metabolismo, sono probabilmente parte del suo successo, visto che riducono gli attacchi di fame che molto spesso sono uno dei primi ostacoli allo smaltimento dei chili di troppo.

Cose da sapere

Pur non presentando effetti collaterali rilevanti, la Garcinia Cambogia andrebbe evitata se si è in stato di gravidanza o se si soffre di diabete. Per quanto riguarda la tiroide, non ci sono ancora studi certi al 100% ma di base pare che non faccia alcun male. La sua assunzione, però, andrebbe considerata se si stanno già assumendo altri integratori come l’arancio amaro, l’efedrina o, più semplicemente, quelli a base di caffeina o il cui scopo è appunto quello di bruciare i grassi o di accelerare il metabolismo. L’unione di prodotti simili può dare infatti effetti spiacevoli che è sempre meglio valutare insieme al proprio medico.

Fatta eccezione per questi piccoli accorgimenti, la Garcinia Cambogia, resta una valida alternativa alla lotta ai chili di troppo. È importante, però, sceglierla con cura, facendo attenzione che sulla confezione ci sia il nome HCA (acido idrossicitrico che deve essere presente almeno al 50%) Garcinia Cambogia, e che all’estratto non siano aggiunti troppi additivi o ingredienti artificiali.

Share
  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"