La dieta Atkins: ecco come funziona

dieta atkinsIl metodo nutrizionale Atkins, noto più semplicemente come la dieta Atkins funziona sulla premessa che uno stile di vita sano richiede l’assunzione di una quantità limitata di carboidrati semplici, proteine, oltre ad un certo livello di esercizio fisico e il corretto controllo delle porzioni.

Il piano della dieta si sviluppa su 4 principi generali:

  • la perdita del peso;
  • il mantenimento del peso;
  • buona salute;
  • la prevenzione delle malattie

Attualmente, la Atkins è tra le diete più popolari nel mondo per coloro che vogliono perdere peso. Sono più di 15 milioni gli uomini e le donne in sovrappeso che hanno letto e seguito i consigli del best seller ‘Dr. Atkins New Diet Revolution’ e superano addirittura i 40 milioni le persone che seguono o hanno seguito questo tipo di dieta. Al fine di aiutare i seguaci della dieta Atkins è stato creato anche il Centro per la Medicina Atkins, un ordine professionale dedicato e completamente gratuito.

Come funziona la dieta?

La dieta Atkins ha sposato il concetto controverso secondo cui ridurre il consumo dei grassi non sia l’unico modo per controllare il peso corporeo e seguire uno stile di vita corretto.

Secondo il Dr. Atkins i carboidrati come cereali, pasta, frutta e patate rappresentano la maggiore causa di aumento di peso. Pertanto sostiene che riducendo l’assunzione di carboidrati, si otterrà una perdita di peso in quanto una presenza eccessiva di carboidrati nella dieta incoraggia il corpo a mantenere il grasso. Quando il corpo assorbe carboidrati semplici rapidamente, provoca una risposta insulinica che accelera la conversione di calorie in grasso.
Il piano della dieta si concentra sul consumo di alimenti non trasformati (nutrienti) limitando inoltre il consumo di carboidrati elaborati e raffinati (che costituiscono quasi il 50 per cento delle diete delle persone). Inoltre prevede anche l’eliminazione dello zucchero dalla vostra dieta in quanto contribuisce a generare un metabolismo più lento.
Una delle caratteristiche più importanti della dieta Atkins è la possibilità di venire programmata per mantenere un peso sano per tutta la vita. Inoltre risulta particolarmente adatta (ma non solo) per coloro che preferiscono mangiare proteine animali. Le persone che hanno fallito seguendo una dieta povera di grassi possono trovare nella Atkins un’alternativa sana, efficace e sicura. Invece di consumare carboidrati e zuccheri, ai grandi mangiatori è consentito il consumo di buone quantità di grassi e proteine.

Le quattro fasi

La dieta Atkins si basa su 4 fasi:

Fase 1 – Induzione

La prima fase prevede la limitazione del consumo di carboidrati a 20 grammi al giorno, sforzandosi di ottenere i carboidrati soprattutto da insalate e altre verdure non amidacee.

Fase 2 – Perdita continua del peso

Viene aumentata la quantità di carboidrati sotto forma di alimenti nutrienti e ricchi di fibre. Inizialmente sono permessi 20 grammi al giorno nella prima settimana per passare a 30 grammi al giorno nella settimana successiva fino a quando si inizia a perdere peso. Poi si sottraggono 5 grammi dalla quantità quotidiana in modo da assicurare la duratura perdita di peso.

Fase 3 – Pre Mantenimento

Questa è la fase di transizione dalla perdita di peso a quella di mantenimento del peso. In questa fase viene aumentata l’assunzione di carboidrati al giorno, con incrementi di 10 grammi ogni settimana.

Fase 4 – Mantenimento a vita

Ora potete scegliere tra una grande varietà di alimenti, sempre però tenendo sotto controllo l’assunzione di carboidrati al fine di garantire il mantenimento del peso.

La dieta Atkins: opinioni a confronto

Il dibattito tra esperti di salute e dietologi sulla dieta Atkins è fonte di dibattiti con opinioni contrastanti sulla sua validità. Molti esperti sono critici rispetto alle diete che prevedono la bassa presenza di di carboidrati, e non concordano sul considerare la dieta Atkins come un metodo efficace per perdere peso. In contrasto con tale giudizio diversi esperti di salute concordano che vale la pena di esplorare.
Nonostante l’immensa popolarità raggiunta, la dieta Atkins continua ad avere molti scettici e la principale critica che viene espressa nei suoi confronti è il frequente consumo di carne previsto dal programma.

La dieta Atkins aspetti negativi

E’ completamente inadatta per i vegetariani o i vegani in quanto si tratta di una dieta con pesante consumo di carne.
– Non indicata per persone affette da malattie cardiache, osteoporosi, cancro del colon e malattie renali.
– Alto contenuto di grassi saturi e colesterolo.
– Basso contenuto di fibre.
– In alcune situazioni varie vitamine e minerali come calcio, potassio e magnesio presentano valori sotto i valori giornalieri standard.

La dieta Atkins aspetti positivi 

– E’ possibile mangiare grassi e proteine.
– La perdita di peso è costante e talvolta rapida.
– Riduce l’assunzione di zuccheri e cereali trasformati.
– Riduce l’appetito.
– Puoi seguirla per tutta la vita

I critici della dieta Atkins

L’American Heart Association (AHA) è tra i principali critici della dieta Atkins sostenendo che essa si è rivelata inefficace per la perdita di peso a lungo termine e pertanto raccomanda di evitare le diete ricche di proteine per perdere peso. Secondo gli esponenti di tale associazione la dieta Atkins non è raccomandabile perchè si basa su una dieta ricca di proteine come la carne e le uova, che sono ricche di proteine e grassi saturi e limita gli alimenti sani che forniscono nutrienti essenziali.

Oltre a grassi e proteine, nel mirino dei ricercatori dell’associazione ci sono anche gli elevati valori di colesterolo e il basso apporto di fibre. Secondo l’AHA la maggior parte delle persone già mangiano quantità di proteine e grassi superiori a quelle di cui hanno bisogno, e incrementare ulteriormente tali livelli fa crescere il rischio dell’insorgere di molti tipi di malattie. La più grave accusa nei confronti del programma Atkins è legata a una serie di potenziali rischi per la salute come malattie coronariche, osteoporosi, ictus oltre ad una propensione a formare calcoli renali, disturbi epatici e diabete.

 

Share
  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"