Perdere peso correndo: una strategia che funziona?

perdere peso correndo

Se fino a qualche anno fa, incrociare qualcuno in tenuta sportiva ed intento a correre era qualcosa in grado di sorprenderci, oggi è ormai diventato così normale da passare del tutto inosservato. Questo perché negli ultimi anni il running è diventato praticamente una moda o, per meglio dire, una scelta di vita per i tanti che stanchi di sentirsi stressati o appesantiti, hanno scelto di agire consapevolmente per cambiare il proprio presente.

Correre, dopotutto, è da sempre uno dei primi espedienti che sceglie chi intraprende un percorso di dimagrimento. C’è chi si limita a questo, chi vi unisce un’alimentazione più controllata e chi associa anche dei rimedi esterni come la garcinia optima.

Qualsiasi sia l’opzione scelta è bene però ricordare che la corsa ha delle sue regole e che per poter ottenere dei risultati visibili occorre impegnarsi, seguendo i vari step senza fretta. Vediamo quindi quali sono i passi da compiere per avvicinarsi alla corsa nel modo corretto:

  • Scegliere un abbigliamento comodo. Delle scarpe adatte alla corsa ed una tenuta sportiva comoda che permetta di muoversi liberamente.

  • Portare con se dell’acqua. Esistono piccole bottigliette create appositamente per chi pratica sport come la corsa. Si possono applicare alla cintura, al marsupio o alla tuta e garantiscono la giusta idratazione, indispensabile per le sessioni più lunghe ed intense.

  • Non avere fretta. Ognuno ha i suoi tempi e la corsa è una delle discipline in cui è necessario agire in modo corretto. Perché se alcuni scelgono di correre un paio di volte a settimana, tanti altri scopriranno che oltre a far perdere peso la corsa aiuta a rilassarsi, a scacciare lo stress e a caricarsi di nuove energie. Perché questo funzioni, però, è necessario aumentare sensibilmente i propri obiettivi stimolando il corpo a crescere in resistenza e distanze da coprire. Per ottenere ciò è però necessario portare pazienza ed imparare a conoscere e rispettare i propri limiti. Un allenamento al di là delle proprie possibilità, infatti, affaticherebbe inutilmente i muscoli.

  • Iniziare alternando corsa e camminata. Molti non credono che ciò sia possibile, invece è proprio la chiave per partire nel modo corretto, allenando il fiato ed il corpo. Si può partire con trenta secondi di corsa ed uno di cammino, aumentando giorno dopo giorno in base al livello in cui ci trova.

  • Andare sempre più lontano. Se inizialmente si sceglie di correre (ed in caso correre e camminare) per circa 30 minuti al giorno, pian piano si può aumentare a 40, 50 minuti e via dicendo, fino ad arrivare ad un’ora o più.

  • Per essere certi di correre nel modo corretto si deve sempre essere in grado di parlare senza troppi problemi mentre si corre. I battiti del cuore infatti non devono superare una certa frequenza oltre la quale la corsa risulterebbe poco utile. Sopratutto chi desidera perdere peso deve puntare sulla resistenza e non tanto sui battiti. Mantenere una frequenza costante, possibilmente al di sotto del 140 battiti, aiuta infatti a bruciare più facilmente.

  • Esistono diverse applicazioni per cellulari che seguono chi sta iniziando un percorso come quello della corsa, indicando tempi e distanze da seguire e rivelandosi dei validi aiuti per chi è proprio agli inizi.

Share
  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"